Riflessione sulla saga Regina Rossa di Victoria Aveyard.

Autrice: Victoria Aveyard

Titolo 1º libro: Regina rossa

Titolo 2º libro: Spada di vetro

Titolo 3º libro: Gabbia dele re

Titolo 4º libro: Tempesta di Guerra

Genere: Fantasy, Young Adults

( ricordo a tutti che questa più che una recensione è una riflessione sulla saga complessivamente e che a breve farò la recensione di ogni singolo libro)

Continua a leggere “Riflessione sulla saga Regina Rossa di Victoria Aveyard.”

Credere in se stessi, un concetto fondamentale.

Buonasera a tutti cari lettori e ben tornati su The Teenager Blog!

Oggi mentre riflettevo su varie cose ho fatto una considerazione: non vi capita mai di guardare qualcosa, per esempio delle scarpe e pensare “wow, che belle, ora me le compro”. Poi siete così eccitati per le vostre nuove scarpe che volete metterle il mattino successivo, subito, appena vi svegliate, perché sentite il bisogno di inaugurarle. Un bisogno spinto dalla gioia per il nuovo acquisto. Però quando pensate di entrare in classe con le vostre scarpe, che peraltro non avete mai visto su nessuno, vi si accende una lampadina: <<e se magari gli altri non mi accetterebbero?>>. Quindi per il dubbio optate per le scarpe che avete visto sempre addosso a tutti, con quelle siete al sicuro, come se fossero uno scudo per la vostra immagine. Perché infondo è vero. È come mimetizzarsi, nessuno ti nota, nel bene e nel male. Ma la vera domanda è: sarà la cosa giusta da fare? E se facendo così mi reprimo soltanto? Perché se ho gusti diversi devo farmi piacere quelli degli altri e non mostrare a tutti i miei?

Non è facile prendere decisioni come queste. Magari se ne parliamo ad un adulto ci guarda come a dire “Ma guarda che problemi si fa questo” ma il fatto è che l’adulto non entra dentro le scuole, a lavoro un adulto è circondato da altri adulti che anche se non condividono la scelta per le scarpe, non lo dicono per decenza. Purtroppo l’adolescente non sa trattenersi e delibera tutto quello che pensa. Non sempre a risultati positivi, il pensiero che condivide con gli altri nostri coetanei.

Oppure quante volte vi è capitato che qualcuno vi chiedesse <<Cosa ti piace?>> e voi vi ritrovate a mentire perché avete paura che i vostri gusti non vengano condivisi e che qualcun altro vi derida.

Il fatto è che secondo me, ad un certo punto della nostra vita dobbiamo prendere una scelta: preferisco stare attorno a persone che conoscono una falsa me, creata apposta per piacere a loro o rivelo a tutti chi sono veramente aspettandomi anche di rimanere da sola ma a testa alta? Se volete un consiglio, io non credo che fingere sia la cosa migliore. Anzi, un giorno ve ne pentirete. La vita è una sola e facendo così istaurare legami falsi perché la persona con cui li instaurate pensa di avere davanti una persona che non siete voi e quindi non dureranno. Invece quando tra la monotonia si accende una fiamma, chi ha gli occhi giusti per notarla ne rimane affascinato e un colpo di fulmine non lo fermate più!

Credo nella speranza perché se un uomo vive in media 75 anni, io li voglio vivere al meglio. E spero di portare speranza attorno a me. Di spargerla dappertutto come si sparge ovunque la neve che scende lenta sulle strade. Sappiate che siete voi stessi il vostro scudo. Che se fate ragionare la testa avete un’arma in più contro chiunque altro. Avete delle doti? Coltivatele. Qualunque esse siano. Realizzatevi come meglio potete perché nessuna critica può togliervi il successo che vi sudate. Siate voi stessi, sempre, anche se vi dovessero isolare, perché a parer mio l’opinione degli stupidi è irrilevante.

Con queste piccole gemme di saggezza, che ho guadagnato a mie spese, ve lo assicuro, vi auguro una buona serata.

“Credere in se stessi è uno dei mattoni più importanti nella costruzione di ogni impresa di successo.”

Lydia Maria Child

Buonasera a tutti, Lois💘

Riflessioni su Spada di vetro, libro di Victoria Aveyard (parte 2).

Ciao a tutti,

come va?

E un’altra giornata è andata e ogni giorno che passa si avvicina il giorno in cui torneremo tutti a scuole e beh si torna a studiare!!

Comunque sto ancora leggendo il libro di Victoria Aveyard e devo dire che se non approfondisce la storia tra Mare e Cal ci rimango davvero male. Penso che una storia come la loro va raccontata e che mettergli i bastoni tra le ruote non ha per niente senso. Quindi Victoria non deludermi!!!

Comunque tralasciando questo mi sta piacendo tantissimo, dietro vedo una grande morale, comprendo perfettamente quello che lo scrittore vuole trasmettere, la frustrazione, comprendo perfettamente tantissime scelte di Mare e le azioni che la portano a trovarsi in determinate circostanze.

Comprendo perfettamente cosa c’è dietro, magari chi lo legge e ancora a scuola non ha studiato la seconda guerra mondiale, magari non riesce a capire bene a cosa portano le discriminazioni. E posso ben dire che quando mi ritrovo in mano il libro “ Spada di vetro “ mi trovo molto orgogliosa di me. Perché non è un libro che leggi per riposarti. È uno di quelli buon libri che leggi attentamente, oserei dire meticolosamente. Cerchi di capirlo fino in fondo e cerchi di immedesimarti nel personaggio.

Ovviamente non è un libro per tutti, c’è chi non comprende la suspense che mettono questi libri o chi non esalta all’idea di leggere un libro che non è ambientato nel mondo che conosciamo o che studiamo.

Io personalmente AMO questo genere di libri, mi fanno sognare e mi fanno capire molto di più di qualsiasi altra cosa le realtà che ci circondano.

Questo libro mi ha messo nei panni di Mare. In questo momento si trova dentro un vuoto e tanta rabbia e questo la rende molto impulsiva ed emotiva. L’ironia della sorte vuole che io in questo momento mi trovo in una situazione che mi porta a provare le stesse emozioni.

Credo che leggere apre la mente da tutti i punti di vista, ci rende saggi e ci da molta esperienza perché quando uno scrittore scrive, se scrive un buon libro significa che ci ha messo una parte di se, quindi leggendolo con attenzione noi senza volerlo acquisiamo una parte della sua esperienza e questo ci porta a essere sempre più maturi.

Riflessioni su Spada di vetro, libro di Victoria Aveyard.

Ciao a tutti,

come sta andando questa giornata?

Io attualmente sto lavorando sul sito e ogni tanto faccio una pausa leggendo il secondo libro della saga di Victoria Aveyard che mi sta piacendo tantissimo.

Sono molto indecisa se scrivere una recensione singola di ogni libro della saga oppure commentarla nel suo complesso, anche se penso che se dovessi scegliere la seconda opzione l’articolo sarebbe stracolmo di spoiler e non sarebbe una buona cosa.

Il libro che sto leggendo, Spada di Vetro, è il seguito di Regina Rossa.

Narra delle avventure di Mare Barrow, una ragazza che vive in un mondo diviso dal colore del sangue: rosso o argenteo.

Mare e la sua famiglia sono Rossi, povera gente, destinata a vivere di stenti e costretta ai lavori più umili al servizio degli Argentei, valorosi guerrieri dai poteri sovrannaturali che li rendono simili a divinità. Mare ha diciassette anni e ha già perso qualsiasi fiducia nel futuro. Finché un giorno mentre cerca di portare i viveri a casa nell’unico modo in cui sa procurarseli, il furto, incontra un uomo che rimasto affascinato da lei, per salvarla dalla leva militare imposta a tutti i diciottenni del regno, attraverso degli agganci la fa assumere dal Re in persona. Così si ritrova a Palazzo e, proprio davanti alla famiglia reale al completo, scopre di avere un potere straordinario che nessun Argenteo ha mai posseduto. Eppure il suo sangue è rosso… Mare rappresenta un’eccezione destinata a mettere in discussione l’intero sistema sociale. Il Re per evitare che trapeli la notizia la costringe a fingersi una principessa Argentea, presentandola a tutti come Mareena Titano e promettendola in sposa a Maven, l’ombra di suo fratello Cal, l’uomo che l’ha aiutata e da cui Mare è fortemente attratta. Mentre Mare è sempre più risucchiata nelle dinamiche di Palazzo, decide di giocarsi tutto per aiutare la Guardia Scarlatta, il capo dei ribelli Rossi. Questo dà inizio a una danza mortale che mette un nobile contro l’altro e Mare contro il suo cuore.

Regina Rossa apre una nuova serie fantasy vivida e seducente dove la lealtà e il desiderio rischiano di esseri fatali e l’unica mossa certa è il tradimento.